Seleziona una pagina

Ci sono tanti tipi di papà nel mondo. Ci sono i padri che lavorano sempre, quelli che purtroppo il lavoro lo hanno perso e ne stanno cercando uno nuovo. Ci sono i papà che lavorano ma senza esagerare troppo, per non sacrificare del tempo prezioso per i figli. Ci sono i papà separati, che non vivono con i propri figli, che vorrebbero che le cose fossero andate diversamente ma che alla fine è meglio così. Ci sono i papà premurosi, che hanno paura che i figli possano soffrire, ma sanno benissimo che non potranno sempre proteggerli. Ci sono i papà permissivi, che lasciano fare tutto ai propri figli, perché devono fare le loro esperienze. Ci sono i papà che abbracciano, che baciano, che dicono “ti voglio bene”. Ci sono i papà che invece sono più introversi, e che anche se non dimostrano il loro affetto, darebbero la vita per i figli. Ci sono i papà che amano le mamme dei propri figli, e quelli che invece vorrebbero andarsene, ma non lo fanno per il bene dei figli. Ci sono i papà stanchi, che a volte pensano: “ma perché non me ne sono andato in Costa Rica?”, e quelli che pensano di aver fatto la scelta migliore del mondo. Ci sono i papà buoni, quelli che ci sono e che saranno sempre, per cui la loro famiglia viene prima di qualsiasi cosa. Ci sono anche i papà cattivi, che forse non dovrebbero essere chiamati tali.
Il papà è scontro, litigi, è ciò da cui sei venuto ma che non coincide con il tuo essere. Il papà è protezione, è sicurezza, è una mano forte su cui aggrapparti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: